mercoledì 15 maggio 2013

Spiagge italiane da Bandiera Blu

image

Aumentano le spiagge italiane da Bandiera Blu. Per la stagione balneare 2013 sono salite a 135, dalle 131 del 2012, le località di riviera con 248 spiagge che possono fregiarsi del sigillo di qualità della Fondazione per l'educazione ambientale (Fee) Italia che ha assegnato i riconoscimenti. Lidi che rappresentano circa il 10% di quelli premiati a livello internazionale.
Le new entry - Sono nove i nuovi ingressi fra Adriatico e Tirreno: Francavilla al mare (Abruzzo), Fermo e Pedaso (Marche), Campomarino (Molise), Tortolì (Sardegna), Carrara (Toscana), Framura e San Lorenzo al mare (Liguria) e Levico Terme, debutto per la località sul lago in Trentino. Gli esclusi - Cinque le spiagge eliminate di cui tre in Calabria (Marina di Gioiosa Jonica, Amendolara, Cariati), una in Abruzzo (Scanno) e una in Sicilia (Pozzallo).
Liguria al top - La Liguria guida la classifica regionale. Con 18 spiagge doc seguono le Marche, la Toscana con 17. L'Abruzzo mantiene le sue 14, la Campania conferma le sue 13, la Puglia le sue 10, l'Emilia Romagna le 8, il Lazio le 5 come nel 2012. La Sardegna sale a 7, nessuna novità per il Veneto con 6 Bandiere Blu, mentre il Molise guadagna un riconoscimento ricevendo 3 Bandiere Blu. La Sicilia scende a 4, mentre la Calabria scende a 3 perdendo altrettante Bandiere. Friuli Venezia Giulia e Piemonte confermano le 2 Bandiere Blu dell'anno scorso, la Basilicata e la Lombardia, confermano un solo vessillo.
La via del turismo sostenibile - Claudio Mazza, presidente della Fee Italia, ha commentato: "Anche per il 2013 vediamo con soddisfazione un incremento di Bandiere Blu, ben 135 Comuni, che dimostra l'impegno continuo delle località rivierasche in un percorso per la piena sostenibilità. Il turismo sostenibile è oggi una scelta obbligata per chiunque abbia la responsabilità di amministrare il territorio e lavori per il suo sviluppo". I criteri - Fondamentali alcuni indicatori presi in considerazione per poter assegnare le Bandiere Blu: solo acque eccellenti (secondo regole più restrittive di quelle previste dalla normativa nazionale) e regolari campionamenti delle acque effettuati nel corso della stagione estiva.
Solo dopo queste due condizioni preliminari si può accedere alle successive valutazioni che comprendono, tra le altre, l'efficienza della depurazione delle acque reflue e della rete fognaria allacciata almeno all'80% su tutto il territorio comunale, la raccolta differenziatae la presenza di vaste aree pedonali e piste ciclabili.
http://www.tgcom24.mediaset.it/green/articoli/1095131/aumentate-le-spiagge-da-bandiera-blu.shtml

1 commento:

  1. 135 di spiagge con bandiera blu in Italia, qualcosa che possiamo essere orgogliosi.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...