sabato 16 aprile 2011

Euroflora a Genova

Il bello e il buono. Categorie dell'etica, queste, che incarnano la filosofia di Euroflora dove la bellezza e' coniugata con la sostanza. Un fiore non e' bello solo di per se' ma e' manifestazione della bellezza della natura cui si deve amore e rispetto. Ecco, la decima edizione di Euroflora e' tutto questo.

Cinque anni ci vogliono per far sbocciare ancora una volta Euroflora alla Fiera di Genova. Cinque anni per 10 giorni di uno spettacolo unico fatto di piante, colori, profumi provenienti da tutto il mondo. La kermesse, la piu' importante d'Europa, e' riconosciuta dall'Association internazionale des producteurs horticoles (Aiph) e fa parte dell'Association of International floralies.

Quest'anno Eurflora si affaccera' anche sul mare, quel Mare nostrum che unisce e non puo' separare. Oltre al Palasport, cuore dell'evento, e ai grandi spazi all'aperto, sara' allestito anche il nuovo Padiglione Blu, inaugurato da Jean Nouvel nel 2009. Ventimila metri quadrati di verde affacciati direttamente sul mare.
Tornando alla bellezza e alla sostanza, Euroflora quest'anno vuole portare il proprio pubblico a riscoprire il valore dell'eco-sostenibilita' e della biodiversita'. Porprio a quest'ultimo tema hanno pensato gli organizzatori ricreando nell'area fieristica cinque biotipi ambientali diversi: il deserto, con le sue straordinarie piante, la macchia mediterranea con i suoi profumi, il lago con la sua magia, la foresta tropicale con i suoi colori e la natura guidata. Luoghi dove si potranno trovare insieme echinocactus e ulivi centenari, bougainvillae, roseti e alberi da giardino. Un filo rosso guidera' chi entra in questo mondo di meraviglia costellato di orti botanici e preziosi bonsai.

Anche l'acqua, cosi' importante per l'uomo e la natura, con ingegnosi giochi e fontane avra' la sua parte da protagonista e sospingera' il visitatore verso lo splendore del Padiglione Blu. Da qui, 50 orti e giardini - frutto di uno speciale concorso internazionale - accompagneranno i visitatori al padiglione C, interamente dedicato al fiore.
Ecco le stanze: minuscoli antri di Ali' Baba' pieni di suggestioni, magie, profumi che si traducono in storia, musica, tradizione. Accanto alle interpretazioni di cento fioristi aderenti alla Guida dei fioristi italiani (la cui presentazione e' prevista durante la kermesse), il teatro del Fiore dove sara' possibile ammirare i fioristi all'opera che determineranno, ancora una volta, il modo e la moda del mondo floreale. Poi il mercato verde, Flortec-Florcasa dedicato ai giardini e l'area shopping.
L'Italia e' dunque tutta qui, a Euroflora. Ma ci sono anche molti Paesi del mondo che hanno a Genova un ambasciatore d'eccezione: la Royal agricoltural and horticoltural society of Ghent. Con questa importante istituzione belga saranno presenti anche Azerbaigian, Francia, Filippine, Ecuador, Germania, Gran Bretagna, Guinea equatoriale, India, New Zeland, Olanda, Romania, San Marino, Spagna, Usa, Taiwan e Ungheria. L'Europa e' rappresentata dall'Aif.http://www.ansa.it/

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...