domenica 6 marzo 2011

Mangiare a Londra

A Londra anche il cibo diventa fashion. Le nuove tendenze culinarie trasformano il taboo per cui in una delle città più trendy del mondo il cibo non sarebbe stato un fiore all’occhiello. Ed ecco invece geometrie ed architetture alla moda a fare da cornice a nuove forme di cucina . Dai garage agli edifici vittoriani sino ai locali lounge arredati con tele di autori contemporanei.

Partendo dagli amanti del Bio , passiamo per il ristorante Bluebird. L’ambiente particolarmente raffinato si concilia con lo stile minimal e la freschezza dei cibi che provengono da aziende biologiche inglese o scozzesi. La particolarità di questo luogo è che dopo esservi rifocillati potrete fare acquisti nella zona enogastronomica, dove potrete comprare anche fiori o complementi d’arredo.

Particolarmente di moda l’open kitchen, dove assisterete alla realizzazione della vostra portata. Per godere di questo “mangiare con gli occhi” consigliamo di andare da Clarke’s dove la cucina leggera viene influenzata dal gusto californiano, anche nella parte enologica. Qui il menù varia di giorno in giorno: sarete fortunati se troverete una delle specialità più rinomate, la mousse di fegato d’anatra con sedano e insalata di crescione.

Per chi non volesse rinunciare allo shopping e alle sue tentazioni anche durante il lunch ecco Nicole’s”, una boutique di Mayfair, uno degli ambienti più eleganti della città. Tra le specialità del ristorante ricordiamo l’agnello con salsa di menta o il fegato di vitella con bacon della Cumbria.

Se invece cercate location innovative R.S.J. Restaurant è allestito in una rimessa per cavalli e carrozze, dove potrete partecipare anche a simpatici corsi di cucina e degustazione. L’Oxo Tower invece, sull’omonima torre, è il locale dalla vista impareggiabile. Qui potrete gustare pesce fresco cucinato grazie alle migliori tendenze asiatiche. Non mancheranno piatti in stile british come la cotoletta di vitello con rognoncino oppure lombata di coniglio con sanguinaccio. Londra non è quindi più solo la città delle “fish and chips” o dei “fast-food” ma sempre più punto di riferimento per il gourmet alla moda.http://viaggi.libero.it/

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...