venerdì 25 marzo 2011

Giornate FAI di primavera 2011

Siamo alla XIX edizione di un’iniziativa sempre più conosciuta, condivisa e partecipata. Un appuntamento con le bellezze della nostra Penisola, quelle sorprendenti del paesaggio e quelle tutte da scoprire dei luoghi storici e artistici. Un appuntamento con la responsabilità nei confronti della difesa e della conservazione dei beni che ci appartengono e identificano.

Stiamo parlando delle Giornate Fai di Primavera. Quest’anno l’appuntamento è fissato a sabato 26 e domenica 27 marzo, come ogni anno agli albori della primavera, per festeggiare e vivere con il primo sole le bellezze del Bel Paese.

Un gran numero di aperture straordinarie, castelli, monasteri e segrete, sotterranei dei musei e dei palazzi, ville e parchi normalmente chiusi al pubblico, saranno eccezionalmente aperti in occasione dell’evento.

Come ogni anno anche nel 2011 l’entrata è a contributo libero e non esiste alcun biglietto d’ingresso. E allora approfittatene per una gita fuori porta o per conoscere quegli angoli del patrimonio artistico vicini a voi eppure non ancora conosciuti abbastanza.

Per gli amanti dell’aria aperta e del trekking a piedi o in bicicletta sono in programma anche piacevoli gli itinerari organizzati in collaborazione con CAI e FIAB per unire all’interesse storico e artistico quello nei confronti del paesaggio.

Nel cuore verde d’Italia
Se la bella regione verde della penisola è una meta ideale ai primi albori della primavera lo è ancor di più quando, grazie all’iniziativa del FAI, oltre ai luoghi classici di un itinerario umbro aprono eccezionalmente altri siti normalmente interdetti al pubblico. A Perugia apre il grande salone del piano nobile di Palazzo Graziani, conosciuto come Salone del Brugnoli. Magnifici affreschi raffigurano scene di fatti e ideali risorgimentali mentre in Sala Brugnoli mirabili figure femminili decorano specchi e arazzi. Sabato 26 il palazzo è aperto al pubblico dalle ore 15.30 alle 19.00, mentre domenica 27 dalle ore 9.30 alle 13.00 e ancora dalle 15.30 alle 19.00. A Orvieto l’apertura straordinaria della Collegiata di Sant’Andrea mostra al pubblico lo straordinario patrimonio storico dei sotterranei che percorrono le profondità del palazzo. Testimonianze dell’epoca villanoviana ed etrusca: resti di antiche strade, pozzi e edifici sacri, fino ai resti di epoca medioevale che prendono vita nel meraviglioso mosaico, un tempo pavimentazione della preesistente basilica paleo-cristiana.

Pedalate di Primavera
Gli amici della due ruote troveranno interessante l’iniziativa che vede il FAI collaborare con la FIAB nell’organizzazione di percorsi in bicicletta lungo itinerari naturalistici e storici, sempre dal grande valore culturale. A Bologna attraversando vie storiche e piste ciclabili si visiterà lo storico palazzo Caparra. La partenza è prevista domenica alle 9:00 del mattino per raggiungere San Lazzaro di Savena e visitare il Palazzo del Bosco in un percorso di 30 km di facile percorrenza.
A Udine dopo la visita del Teatro Gustavo Modena si percorrerà un itinerario di 50 km in direzione Palmanova passando lungo strade secondarie e sterrate attraverso
i borghi suggestivi di Lumignacco, Risano, Tissano e Santa Maria la Longa, e ancora i bei paesi di Clauiano e Popereacco. Tanti gli itinerari a pedali che interessano la maggior parte delle città italiane (tutte le info su www.giornatafai.it).
http://viaggi.tiscali.it/

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...