giovedì 6 gennaio 2011

Le meraviglie della natura nei più bei Parchi Nazionali

Parco del Gran Canyon (Stati Uniti)
Oltre alla Grande Mela, al Big Mac e al ponte di San Francisco, il Gran Canyon è senz'altro l'icona paesaggistica più nota degli Stati Uniti, proprio sulla famosa Route 66, quella mitica strada che giunge alla città del peccato, Las vegas. Vero paradiso dei geologi il Gran Canyon è un'immensa gola creata dal fiume Colorado in Arizona, lunga 400 chilometri e profonda fino a 1.600 metri. Questa meraviglia della natura consente al visitatore di ammirare gli infiniti paesaggi che offrono questi precipizi, sulle cui pareti si possono leggere le diverse tappe della storia del pianeta, impresse in molti strati. Chi non soffre di vertigini e ama le emozioni forti potrà camminare sullo Skywalk, una struttura in cristallo e acciaio. I visitatori potranno vivere momenti indimenticabili passeggiando su questa passerella trasparente e sospesa nel vuoto, a circa 1.200 metri di altezza. Chi ama librarsi nell'aria e godersi lo straordinario paesaggio lo portrà fare salendo a bordo di piccoli aerei da turismo, per poi planare in una gola tra le più suggestive al mondo.


Parco nazionale delle Galapagos (Ecuador)
Galapagos … Basta pronunciare questo nome e tutti intorno si mettono a sognare a occhi aperti questo arcipelago di 14 isole di origine vulcanica, immerse nel Pacifico, a circa 960 chilometri dalle coste dell'Ecuador. Le isole costituiscono un laboratorio naturalistico di straordinaria bellezza per la ricchezza faunistica che questa meraviglia del mondo resce a offrire. Darwin, che approdò in queste isole nel 1835, ne rimase affascinato e se ne ispirò per formulare la sua teoria dell'evoluzione. La relativa lontananza dell'archipelago rispetto al continente e l'ampia varietà di clima hanno fatto delle Galapagos l'habitat ideale per alcune specie animali assolutamente uniche al mondo, come l'iguana rosa, l'iguana marina, la tartaruga verde, la tartaruga gigante, il pinguino e il cormorano delle Galapagos, una specie incapace di volare, tanto per citare le più note. Dal 1979 le isole Galapagos sono state dichiarate "patrimonio dell'umanità " dall'Unesco.

Parco nazionale di Iguazù (Argentina, Brasile)
Guardare l'acqua del fiume Paranà confluire con quella dell'Iguazù e cadere dall'alto in un'infinità di cascate è uno spettacolo che definire mozzafiato sarebbe riduttivo. La natura lussureggiante, la bellezza del sito e la maestosità di questo grande spettacolo a cielo aperto fanno di questo luogo una meta molto ambita dai tursiti di mezzo mondo. Ma le cascate non sono l'unica attrattiva dei viaggiatori in cerca di emozioni forti e di paesaggi incredibili, il parco è anche il regno dei fotografi attirati dal fascino della foresta tropicale che ospita più di 450 specie di uccelli e farfalle introvabili in altre parti del globo. Sia la parte argentina che quella brasiliana del parco sono state inserite nell'elenco dei Patrimoni dell'umanità dell'Unesco, la prima nel 1984 e la seconda nel 1986.

Parco nazionale Yellowstone (Stati Uniti)
È considerato il primo parco nazionale del mondo. Creato nel 1872 Yellowstone è uno dei più grandi ecosistemi intatti della zona temperata rimasto sulla Terra. La crosta terrestre in quella zona del globo è più sottile e questa peculiarità determina una forte attività geotermica: il parco contiene due terzi di tutti i geyser del pianeta. Il più vecchio, "Old Faithful" si sveglia ad intervalli regolari per sputare a 40 metri di altezza acqua e vapore. Ma Yellowstone è anche noto per la bellezza dei suoi paesaggi e la ricchezza della sua fauna: bisonti, grizzly, lupi sciacalli, aquile “bald-eagles”, oltre agli indimenticabili orsi Yoghi e Bubu.

Parco nazionale Kruger (Sudafrica)
È senza dubbio uno dei più bei parchi naturali del mondo. Situato in Sudafrica su una superficie di 20 mila chilometri quadrati il Parco Kruger rappresenta un vero paradiso. Fauna e flora fanno a gara per stupire per abbondanza e varietà. Più di 2.500 km di strade e di piste percorrono il parco che ospita più di 507 varietà di uccelli e tra i numerossimi animali anche i Big Five (I cinque grandi animali) che attirano migliaia di appassionati ogni anno: il leone, l’elefante africano, il bufalo africano, il leopardo e il riniceronte nero. Il parco appartiene alla "Kruger to Canyons Biosphere" ("Biosfera dal Kruger ai Canyon"), una zona designata dall'UNESCO come Riserva Internazionale dell'Uomo e della Biosfera. Un consiglio alzatevi presto perché è l'alba il momento magico della giornata, quando gli animali si muovono e aumentano le possibilità di poterli ammirare.

http://viaggi.libero.it

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...