giovedì 2 dicembre 2010

Antico borgo di Candelara e le mille luci della festa

In questi giorni, l'antico borgo medievale di Candelara, in provincia di Pesaro, si accende di piccoli capolavori di cera e...luce per rendere l'atmosfera natalizia ancora più magica.

Da sabato 4 a mercoledì 8 dicembre, il paese viene avvolto dal calore rassicurante di centinaia di candele, in occasione del primo mercatino natalizio dedicato proprio alle romantiche fiammelle di cera. Una magia che si ripete ormai da sette anni e che ha fatto di “Candele a Candelara” un appuntamento molto atteso, soprattutto da chi ama le antiche atmosfere di un tempo, quando la luce artificiale era lontana da venire.
Le persone dall'animo romantico non rimarranno certamente deluse dalla vastità della scelta: si possono, infatti, trovare candele di tutti i tipi, da quelle profumate e ornamentali, a quelle colorate e a soggetto, fino a quelle artistiche. E' anche possibile assistere dal vivo alla preparazione delle candele, rigorosamente di cera d'api, come avveniva nel Medioevo. Del resto, paese migliore per questo tipo di manifestazione non poteva esserci: Candelara ha, infatti, nel suo stemma tre candele accese sopra altrettante colline stilizzate.

Accanto alle mille luci accese in esposizione, il mercatino propone anche oggettistica artigianale e artistica di alto livello, legata al Natale. A rendere ancora più affascinante l'atmosfera ci pensano poi artisti di strada, cantastorie e zampognari. Numerose le attrattive, a cominciare dalla “Via dei Presepi”, dove si possono ammirare natività realizzate da artigiani provenienti da ogni parte d'Italia con i più svariati materiali, dalla cera al sughero, dalla pietra al legno. Merita una visita anche il Presepe di ghiaccio, realizzati da esperti di sculture in ghiaccio.

L'”Officina di Babbo Natale” fa invece la felicità dei più piccini, che possono realizzare addobbi e figure legati al Natale con diversi materiali. Per le vie del borgo sfilano Babbo Natale trampolieri, Babbo Natale con zampogne e cornamuse, Babbo Natale che suona l’organino ottocentesco, ma anche un' intera banda musicale formata da 35 Babbo Natale. “Candele a Candelara” offre anche la possibilità di degustare le specialità gastronomiche di alcune regioni italiane nella “Piazza dei Sapori”, una tensostruttura riscaldata allestita nella centralissima “Piazza del Popolo”. Il Teatro Rossini ospita invece concerti di musica classica. E poi, cene a lume di candela per chi vuole tornare a casa con un bel ricordo. Il viaggio a Candelara, vale davvero la candela....

http://www.tgcom.mediaset.it/

Rossella Iannone

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...