lunedì 1 novembre 2010

Vacanze nel Mar Morto

Il centro della Terra è vicino. Sulla sponda israeliana del Mar Morto, 417 metri sotto il livello del mare, siamo nell'area più bassa del Pianeta, un luogo unico che sembra sovvertire le leggi della natura.

Le acque, dense e salate come in nessun altro luogo al mondo e ricche di fonti termali solforese e fanghi terapeutici, contribuiscono a rendere Israele (www.goisrael.it) una destinazione interessante per una vacanza benessere.

Il clima particolare del deserto e l'altissima pressione atmosferica completano il quadro garantendo un'aria secca, pulita e densa di ossigeno. Gli effetti benefici di questo insieme di condizioni per la pelle, l'apparato nervoso e il sistema circolatorio sono stati dimostrati scientificamente dal 1970 (www.deadsea.co.il), ma da più di 2 mila anni sono noti agli abitanti dell'antica Palestina, come dimostrano diverse testimonianze scritte.

La storia millenaria di questa parte del mondo ha lasciato tracce di valore inestimabile come la rocca di Massada (http://whc.unesco.org/en/list/1040), l’oasi di Ein Gedi (www.ein-gedi.co.il/en/) e le grotte di Qumran, dove sono stati ritrovati i rotoli del Mar Morto, i testi biblici più antichi. All'interesse storico-culturale del viaggio, si associa il fascino di una natura estrema.

Se la concentrazione salina del Mar Morto (340 g per ogni litro d’acqua) rende impossibile la vita degli animali acquatici lo stesso non si può dire delle oasi che animano il deserto della Giudea, ricche di specie animali e vegetali. Per assaporare in pieno il fascino di questa regione si può preferire agli alberghi di ogni genere e categoria di Neve Zohar o Ein Bokek, un campeggio di lusso come Shkedi's Camplodge (www.shkedig.com/indexe.html) o, per i più impavidi, una tenda da beduino (Kessem Hamidbar The Magic of the Desert, magicofdesert@yahoo.com).http://www.ansa.it/

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...