sabato 30 ottobre 2010

Per chi ama sciare...

Il circuito Dolomiti NordicSki è il carosello di sci di fondo più grande d'Europa e offre agli appassionati degli sci stretti la bellezza di 1.300 chilometri di piste accessibili con un unico skipass. La preparazione delle piste è di altissimo livello, anche perché numerosi tracciati sono teatro di prestigiose manifestazioni agonistiche, dalla Coppa del Mondo di sci di fondo e di biathlon alle granfondo con centinaia di appassionati. Il costo dello skipass è uguale in tutti gli undici comprensori del Dolomiti Nordicski e può essere acquistato per l’accesso di una giornata, oppure per una settimana o per una intera stagione invernale (info: www.dolomitinordicski.com ). Dolomiti Nordicski è un vasto circuito a carattere transnazionale, che coinvolge due nazioni - Austria e Italia -, tre province (Osttirol, Belluno e Bolzano) e undici comprensori. Eccoli:

ALTA BADIA - Il centro fondo si estende per 27 chilometri tra prati e boschi. La pista è preparata sia per la disciplina classica che per lo skating e prevede oltre al campo scuola segnato in giallo sei percorsi di diverse difficoltà denominati: Sass Dlacia, Sarè, Pre de Costa, Armentarola, Störes e Conturines. Segnaliamo che le ultime due piste sono agonistiche e d’allenamento che includono il tratto agonistico indicato sulla cartina. In caso di scarso innevamento si assicura l’innevamento programmato su quattro chilometri di pista.

VALLE ANTERSELVA - Le piste da fondo quotidianamente ed accuratamente preparate, conducono attraverso romantici boschi, in prossimità del lago ghiacciato di Anterselva, dove sembra quasi di toccare con mano lo scenario mozzafiato delle montagne di Ries che chiudono questa valle. Ma Anterselva è anche, e soprattutto, biathlon, la specialità sugli sci che unisce l’agonismo del fondo e la precisione nel tiro con la carabina. La lunghezza delle piste per lo sci di fondo varia da 20 a 60 chilometri.

VAL CASIES-MONGUELFO-TESIDO - Con la sua tipica forma ad arco si presenta come un ampio fondovalle con ridenti borgate riunite intorno alla cuspide della chiesa; sopra l’avvolgente fascia boschiva di conifere si innalzano le vette. L’ampio e soleggiato fondovalle d’inverno si adatta ottimamente a tracciare d’inverno le piste di fondo, che raggiungono la lunghezza di 42 chilometri. A febbraio da più di 200 anni si tiene la Maratona della Val Casies (42 chilometri). Sul suo percorso si svolge anche la Maratona dei Canederli, realtà unica nel suo genere che unisce turismo, sport e gastronomia. “Chi suda praticando il fondo con impegno, può anche mangiare come si deve”: questo è il motto dei ristoranti della Val Casies.

ALTA PUSTERIA - È il paradiso invernale delle Dolomiti, è uno dei migliori comprensori di fondo di tutte le Alpi perché offre percorsi di grande fascino, di fronte ai picchi famosi delle Tre Cime e delle Dolomiti di Sesto. I numeri sono vertiginosi, l’alta Pusteria è composta da 28 impianti di risalita che comprendono 54 chilometri di piste. Oltre 200 chilometri di tracciati per lo sci di fondo. A quote più elevate è possibile addentrarsi nei Parchi Naturali della provincia, con tracciati frequenti per la loro bellezza paesaggistica.

OSTTIROL - Nell‘Alta Val Pusteria del Tirolo Orientale sono disponibili oltre 120 chilometri di piste per sci di fondo e sono a disposizione innumerevoli percorsi. Dal 2004/2005 con l’avvento del Dolomiti Nordicski anche la Hochpustertal austriaca è entrata a far parte di questo comprensorio sciistico. L’offerta si presenta ricca e multiforme, con tre piste primarie, la Loipe Pustertal tracciato di circa 30 chilometri di lunghezza e si collega con il sentiero rete Sillian.

COMELICO - SAPPADA - Al confine con l’Austria il territorio è immerso in una natura incontaminata: le pareti dolomitiche del gruppo del Popèra da un lato e le dorsali della Cresta Carnica dall’altro, contrastanti con i dolci pendii di prati e di fitte abetaie. Inoltre, le piste, che hanno una lunghezza da sei a 52 chilometri, conducono verso l’anfiteatro della Valgrande, un’area di grande interesse naturalistico e geologico. Ideale per chi volesse trascorrere una vacanza indimenticabile, all’insegna del relax e del benessere, tra i sapori e la cucina tipica di Valgrande e Padola (1.218 metri), principale località sciistica della zona situata al margine settentrionale della vallata.

CORTINA D’AMPEZZO - Non ha certo bisogno di presentazioni la località situata in una delle conche più soleggiate delle Alpi. Sede della prima Olimpiade italiana nel 1956, Cortina d’Ampezzo vanta diverse strutture per la pratica degli sport invernali, attrezzature di prim’ordine e un numero considerevole di impianti: sei funivie, 24 seggiovie e sette sciovie e molteplici piste.

AURONZO-MISURINA-LORENZAGO Tra il selvaggio mondo delle Marmarole e i picchi delle Dolomiti di Sesto, nel territorio del comune di Auronzo di Cadore, si trovano due frazioni che ogni buon fondista deve conoscere: Palus S.Marco e Misurina. Le piste per lo sci di fondo, che coprono diverse lunghezze, dai sette ai 52 km, hanno visto sciare atleti di fama mondiale. Imperdibile, inoltre, è la visita al paese di Auronzo, perla delle magnifiche Dolomiti: qui, infatti, si trovano le tre cime di Lavaredo.

VALLE DI TURES E AURINA - Nelle valli di Tures e Aurina ci sono più di 60 chilometri di piste di fondo situate nel Parco Naturale Vedrette di Ries-Aurina. Valigie s sasa d pianto Nella zona del Parco Naturale provenendo dal capoluogo di Campo Tures situato a 1600 metri d’altezza si incontrano le piste che gran parte della stagione si trovano completamente all’ombra.

ALPE DI SIUSI - VAL GARDENA - L’Alpe di Siusi, l’altipiano più grande d’Europa (52 kmq), tutta imbiancata nella sua veste invernale, si propone come autentico paradiso per gli appassionati di sci da fondo. Gli amanti dello sci di fondo possono contare su 60 chilometri di piste, sia battute e tracciate per lo stile classico, sia lisce e impeccabili per lo skating. Le piste hanno una lunghezza minima di due chilometri per i principianti; quella del “Giogo”, con i suoi 15 chilometri, è la più lunga pista da fondo in quota dell’Alpe di Siusi.

PELMOSKICIVETTA - Pelmo e Civetta sono le due montagne più alte e celebrate delle Dolomiti e segnano il confine tra la val Fiorentina e la valle di Zoldo. A Zoldo come in molte località del Veneto è diffuso e amato lo sci di fondo, che si può praticare anche di notte grazie a due chilometri di pista illuminati, splendidi e ancora più suggestivi quando sono vegliati dalla luna piena. Le principali piste sono la Pompeo Fattor in località di Palafavera, un tracciato di cinque chilometri che presenta un profilo adatto a molteplici esigenze. Nella parte inferiore della valle di Zoldo, è possibile praticare sci di fondo sulla pista di Pralongo e percorrere sei chilometri. http://viaggi.libero.it/

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...