domenica 23 maggio 2010

Lisbona la città che non dorme

Una volta lo si diceva di New York: la città che non dorme mai. Anche in Europa però ci sono metropoli in cui il sonno lascia il posto alla festa. 

Una di questa è sicuramnte Lisbona. Vivace, economica, divertente, è la meta ideale per un viaggio giovane. O per chiunque abbia voglia di darsi alla pazza gioia senza spendere una fortuna. Qui non vi annoierete , poco ma sicuro. Perché la folla invade le stradine alla ricerca di una terrazza panoramica o di un bar trendy, di un ristorante tipico o di una discoteca alternativa, per vivere una notte magica, in compagnia, fino alle prime luci dell'alba. La lingua non è un problema e la nazionalità neppure: l'importante è spassarsela. Ecco alcune dritte su dove andare a colpo sicuro.

Le piccole strade del Bairro Alto si riempiono di centinaia di giovani, fra turisti e lisboeti, che si incontrano nei numerosi localini o nei più famosi club della città, il Fragil. Nella zona dei Docas, lungo il fiume Tago, dal Ponte 25 Aprile fino alla Marina, si susseguono una dopo l'altra discoteche e locali di tendenza, come l'Hawaii e l'Avana. Nuovo e minimalista il K Urban Beach vi trascinerà sicuramente con le sue musiche moderne, mentre sorseggiate un drink e vi godete la splendida vista delle rive del Tago. Un terzo luogo fondamentale, dal quale non si può non passare, è l'Avenida 24 de Julo, dove spicca il Queens, un ex locale di spettacoli Drag Queen, ora votato soprattutto alla musica house. Se volete fare un aperitivo un po’ insolito il Pavilhão Chinês fa al caso vostro: decorato con elementi Art Nouveau - miniature di soldati, vecchi cappelli, accessori militari e lavori del caricaturista Rafael Bordalo Pinheiro - di cinese non ha nulla se non un vasta selezione di tè. Situato in Rua Dom Pedro V, offre una ampia scelta di cocktail, da gustare conversando in piena tranquillità. Se invece preferite l’atmosfera "da antico convento", potete cenare al ristorante "A Travessa" e poi ballare sulle note della musica house migliore d’Europa al Kremlin, le cui piste sono state ricavate da un locale anticamente adibito a cantina.

Al Casinò di Lisbona, nel quartiere del Parco delle Nazioni, oltre alle sale da gioco ci sono diverse zone dedicate agli spettacoli e alla ristorazione. L'Auditorium degli Oceani ospita ogni sera show ed esibizioni dal vivo, mentre all'Arena Lounge ci si può rilassare con ritmi chill-out. Fiore all'occhiello del Casinò, l'Arena Lounge è dotato di un palco multiuso e di uno spazio centrale cilindrico che si alza per 20 metri verso i piani superiori, aprendosi in varie balconate concentriche da cui si assiste agli spettacoli sottostanti, il tutto immerso in gioco di luci, effetti speciali, trasparenze e minimalismi ultra moderni. Ai piani superiori il famoso chef Fausto Airoldi ha aperto ben due ristoranti: uno, lo Spot LX, più di design e, il secondo, il Suite, un finger food restaurant dall'atmosfera intima e dal contesto glamour, a prezzi low cost.

Paura dei prezzi? Vi sbagliate: in settimana si entra generalmente gratis dappertutto, mentre nel week end per accedere ad alcuni locali, il costo varia dai 10 ai 20 euro. Il taxi è un ottimo mezzo per spostarsi di notte, la tratta urbana più lunga non costa più di 10 euro. E viaggerete in sicurezza senza preoccuparvi del tasso alcolico. Per chi vuole dormire a basso costo, ci sono diverse soluzioni. Lo scorso anno, tra l'altro, Lisbona ha vinto l'oscar mondiale dei migliori ostelli, aggiudicandosi i primi 3 posti del podio (Traveller’s House, Rossio Hostels e Lisbon Lounge) e l'8° posto (Goodnight Backpackers). Se invece si preferisce una soluzione alternativa si può pensare al Lisboa Camping & Bungalows all'interno del parco Monsanto, un parco di 900 ettari considerato il “polmone verde” della città.

E se la mattina seguente non siete troppo stanchi ci sono dei modi alternativi di vedere la città: con il Go Car Tour e con i buggy elettrici potrete districarvi nel groviglio di stradine del centro città in cerca dei principali monumenti, guidati dal sistema GPS audio-video, oppure facendo su e giù per i 7 colli, senza una meta precisa, con i segway o in bicicletta. Da provare è l’esperienza con lo Speedboat Tour, un divertente giro in gommone in compagnia sfrecciando lungo il Tago, proprio come al lunapark.

http://www.libero.it/

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...